Grimoldi: Complimenti al nostro Ministero dell'Interno, e al Governo, e complimenti alle nostre forze dell'ordine e alla nostra intelligence per l'eccellente lavoro di squadra che ha portato all'arresto in Bolivia del latitante Cesare Battisti

Un atto di giustizia, seppur tardiva visto che Battisti doveva essere arrestato negli anni Ottanta e che le sue vittime aspettano giustizia da oltre 35 anni. Ma non è mai troppo tardi e adesso Battisti si godrà l'ergastolo a cui è stato condannato dai nostri tribunali in una cella di un nostro carcere. Questo arresto internazionale rappresenta però il segnale tangibile di come sia cambiata la politica internazionale del nostro Paese e di come sia cambiata la nostra autorevolezza: dopo anni di umiliazioni o beffe, dai divieti di estradizione di Battisti da parte del Brasile di Lula fino ai più recenti casi dei due Maro' o al caso Regeni, per anni eravamo stati trattati come un'Italietta da Repubblica delle banane. Adesso invece siamo tornati a contare sulla scena internazionale e questo arresto dall'altra parte del mondo lo conferma e questo è solo per merito della politica del nostro Governo.

Luglio 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
16
17
22
23
24
29
30
31