Legittima difesa: Molteni: bocciata legge Lega. Pd vergognoso ne risponderà di fronte a vittime

Roma, 3 mag. – “Con la nostra proposta di legge non vogliamo incentivare l’uso delle armi o invitare i cittadini ad armarsi, vogliamo disarmare i criminali. Non si può continuare come fa questa maggioranza a lasciare campo libero ai delinquenti. Dietro ad ogni caso di legittima difesa ci sono persone, vite, esperienze personali drammatiche, cittadini che hanno visto attentata la propria esistenza. Vite sconvolte perché all’interno della propria abitazione o del proprio luogo di lavoro, criminali e delinquenti sono entrati per portare delinquenza e criminalità.

Ma purtroppo è evidente che il tema della sicurezza non è una priorità di questo governo complice di criminali e banditi. Per noi, nel momento in cui lo Stato non fa quello che dovrebbe fare, prevenendo reati e incarcerando i criminali, il cittadino ha il sacrosanto diritto di riprendersi questa delega per difendersi almeno in casa propria e nel proprio posto di lavoro.

Per questo due anni fa abbiamo presentato la nostra proposta di legge sulla legittima difesa, proprio per dare una risposta certa a quelle centinaia di cittadini che vedono violato il principio sacro della vita.  Con quale diritto lo stato mette sotto processo un cittadino che si difende da un reato che lo stato avrebbe dovuto prevenire? Se lo Stato non fa il proprio dovere di garantire la sicurezza, è sacrosanto che i cittadini abbiano almeno lo strumento giuridico della legittima difesa. Bocciare la nostra proposta, significa non garantire questo diritto. Il Pd risponderà del proprio comportamento vergognoso di fronte alle vittime”.  

Cosi' Nicola Molteni, vicepresidente dei deputati della Lega Nord.

Maggio 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
4
16
17
24