Grimoldi (Lega Nord), Pavia: 24enne frustata conferma che non c’è integrazione: immigrati islamici vogliono imporci loro modo di vivere senza adeguarsi al nostro!

05 aprile - Una ragazzina marocchina di 14 anni, a Pavia, frustata dai genitori e dal fratello perché semplicemente si vestiva alla occidentale e voleva vivere alla occidentale.

La settimana scorsa un identico caso a Bologna, dove ad una ragazzina bengalese di 14 anni i genitori hanno rasato i capelli per punirla per il suo rifiuto di indossare il velo islamico.

Il modello di integrazione da parte delle famiglie di fede islamica sta fallendo davanti alle prove concrete della realtà quotidiana, dimostrando con i fatti che chi arriva qui non vuole adeguarsi al nostro modo di vivere ma vuole imporre il suo, anche con la violenza fisica.

Vorremmo sentire a riguardo una parola da parte del Governo che continua a predicare la strada dell'integrazione dell'Islam moderato presente in Italia.

E’ questa l’integrazione di cui si riempiono la bocca i ministri e la presidente Boldrini? E’ integrazione frustare una ragazzina perché si veste alla occidentale o rasarle i capelli per imporle il velo islamico?

Lo dichiara l'on. Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda.

Agosto 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom